Login   Tu sei in: tecnopolo

Tecnopolo ENEA di Bologna - Rete dell’Alta Tecnologia Emilia Romagna

ENEA Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile e la Regione Emilia Romagna si sono impegnate a contribuire allo sviluppo della Rete Regionale dell’Alta Tecnologia Emilia Romagna, mediante la costituzione di cinque laboratori di ricerca industriale.

L’attività condotta dai laboratori prevede una continua interazione tra la ricerca e le filiere tecnologiche del sistema produttivo regionale. Il coordinamento è affidato all’ASTER, società consortile dell'Emilia Romagna per l'innovazione e il trasferimento tecnologico al servizio delle imprese, delle università e del territorio, da realizzarsi mediante l’organizzazione di iniziative dedicate alla ricerca industriale ed alla valorizzazione e integrazione delle potenzialità offerte dalla Rete Regionale dell’Alta Tecnologia Emilia Romagna.

I laboratori hanno adottato regolamenti funzionali che ne garantiscano autonomia funzionale, organizzativa e gestionale e si sono accreditati nel sistema regionale della Rete dell'Alta Tecnologia Emilia Romagna, come laboratori di ricerca e trasferimento tecnologico. La sede di ENEA Bologna, compresi i laboratori del tecnopolo ENEA si stabiliranno nell'area designata per la sede del Tecnopolo di Bologna, la ex Manifattura Tabacchi BAT (British American Tabacco), che diverrà uno dei 10 Tecnopoli previsti dal Progetto Regionale.


I laboratori del Tecnopolo ENEA di Bologna

I laboratori di ricerca industriale del Tecnopolo ENEA Bologna appartenente alla Rete Alta Tecnologia Emilia Romagna sono:

LAERTE - Efficienza energetica e sicurezza

Le attività del Laboratorio LAERTE riguardano l'efficienza energetica coniugata a sicurezza in cui le competenze specialistiche di efficienza energetica tradizionale si fondono con l’esperienza su nuovi materiali e sicurezza sismica. Il Laboratorio è organizzato in due unità operative :
  • EDI Efficientamento energetico degli edifici mediante l'adozione di materiali innovativi ed energie rinnovabili. (solare, geotermica, ecc)
  • RSR Utilizzo del calore e riconversione dei sistemi di riscaldamento (e raffrescamento) per opere civili, loro aggregati e impianti industriali ed uso razionale dell'energia.

LEA - Laboratorio ENEA per l’Ambiente

. Il Laboratorio è organizzato da tre unità operative:
  • LEI LCA ed ecodesign per l’eco-innovazione. Sviluppo di conoscenza, metodi e strumenti a supporto dell’innovazione ambientale di prodotto e di processo (strumenti di eco-progettazione, studi di settore), percorsi di certificazione adattati alle specifiche esigenze delle imprese, in particolare piccole e medie imprese.
  • TIGRI Tecnologie integrate per la gestione della risorsa idrica (Trattamento, risparmio e riuso dell’acqua favorendo lo sviluppo e l’applicazione di tecnologie innovative al fine di migliorare l’efficienza della risorsa e ridurre i costi energetici.
  • MIA Inquinamento atmosferico: modelli e caratterizzazione inquinanti atmosferici. Fornitura strumenti per la valutazione dell’impatto ambientale, analisi dei costi delle misure di mitigazione, analisi delle tendenze sia con approcci tipici dell’Integrated Assessment Modelling (IAM), sia con attività sperimentali di validazione dei modelli.

TEMAF FAENZA - Laboratorio TEcnologie dei MAteriali Faenza

. Le attività comprendono attività di ricerca, sviluppo e trasferimento tecnologico nell’ambito dei materiali ceramici avanzati e della sicurezza sismica e sono svolte da due differenti unità operative:
  • TEMAF Ricerca, sviluppo e ingegnerizzazione nel settore dei materiali ceramici avanzati Coordinatore scientifico: Giuseppe Magnani
  • SAFE Materiali e metodi per la sicurezza sismica Referente scientifico: Stefania Bruni

CROSS-TEC - Interoperabilità e virtualizzazione dei processi per reti di imprese

. Il laboratorio è caratterizzato dalle seguenti linee di ricerca ed unità operative:
  • X-LAB - Tecnologie dell’interoperabilità e reti di imprese; tecnologie semantiche e per la tracciabilità di filiera; tecnologie e standard abilitanti per le smart city e community.
  • PROTO-LAB - Metodologie di progettazione in ambito cad/cam e nuove tecniche di produzione
  • jUST-LAB - Metodologie e tecnologie per lo sviluppo di progetti dimostrativi di soluzioni urbane.
  • LITE3R - Caratterizzazione di componenti energetici ed impieghi dell’ICT in campo energetico; nuove tecnologie per la riduzione dei consumi energetici, ottimizzazione dei processi produttivi, l’analisi e l’utilizzo di nuovi combustibili, e di biocombustibili, e sistemi per la mobilità sostenibile.
  • HPC-Lab - Applicazioni in campo HPC-Big Data di interesse dell’industria e della Pubblica Amministrazione.

TRACCIABILITA - Tracciabilità di alimenti e sicurezza dell'aria.

Il Laboratorio è organizzato da due unità operative:
  • RENG - Analisi isotopiche delle emanazioni aeriformi Determinazione dell’origine del combustibile e quantificazione del rapporto tra frazione biobased e componente fossile nelle emanazioni aeriformi per il monitoraggio delle emissioni di termovalorizzatori, impianti industriali e nucleari.
  • TRAPP Tracciabilità/rintracciabilità di prodotti e processi Utilizzare la spettrometria di massa degli isotopi pesanti per tracciare l’origine dei prodotti agroalimentari per l’identificazione delle frodi riguardanti l’utilizzo di materie prime e processi diversi da quelli dichiarati.




Naviga sulla nostra piattaforma tra i temi di cui si occupano i nostri laboratori

Tecnologie dell'Interoperabilità

LCA-ECODESIGN

Prototipazione rapida e CAD

ICT

Energia

Ambiente

ICT per efficienza energetica

Fonti energetiche rinnovabili

Efficienza energetica edifici

Smart Energy grids

Usi dell'energia nell'industria

Valutazione ambientale impianti energetici

Aree ecologicamente attrezzate

Analisi sorgenti inquinanti

Idrogeno

Trattamento reflui

Inquinamento atmosferico

TECNICHE ISOTOPICHE

Analisi isotopiche emanazioni aeriformi

Rintracciabilita-tracciabilità prodotti e processi

Sismica, sicurezza e sostenibilità infrastrutture

Innovazione nell'Industria

Innovazione nell'Industria del FASHION

Smart city

Mobilità sostenibile

Innovazione nel sistema agroalimentare

Sistemi supporto decisioni

HPC-Big Data

Economia circolare

Materiali

Materiali ceramici

Accumulo energetico

Low carbon economy

Divulgazione scientifica


title   Tecnopolo News...

Mostra lista completa delle news

Segui il Feed delle nostre news [tecnopolo RSS]
27/06/2019  Al workshop “Innovazione digitale del processo di rigenerazione urbana. Illuminazione pubblica e public energy living lab (PELL)”, presentazione di PELL come strumento d’innovazione gestionale e riflessione sulle strategie nazionali per l’innovazione digitale dei processi gestionali della PA.  [Eventi ENEA]
logo lumiere.png

07/06/2019  Il fashion nella competizione globale. Analisi ed esperienze degli attori del territorio. Anche quest’anno una iniziativa interamente dedicata alla industria della moda si è tenuta alla manifestazione R2B 2019.  
20190607_121627 R2B.jpg?w=500

06/06/2019  Il fashion nella competizione globale. Analisi ed esperienze degli attori del territorio. Il 7 giugno torna a R2B il tema dell'Innovazione nel Fashion. La Regione Emilia-Romagna e ART-ER chiamano a raccolta imprese e stakeholder per discutere di sostenibilita' e interoperabilita' delle filiere, centralita' della formazione e ruolo della ricerca e dell'innovazione per ambire a una maggiore competitivita' e attrattivita' territoriale.  [www.rdueb.it]
textile.png

06/06/2019  La Regione Emilia-Romagna presenta i risultati e le opportunità degli ultimi due anni dell’iniziativa Fashion Valley, promossa nell’ambito della S3 regionale dall’Assessorato alle Attività Produttive, in collaborazione con ART-ER Divisione Ricerca e Innovazione e le Associazioni di categoria del comparto. Verrà presentata in anteprima la ricerca mirata ai bisogni delle imprese della filiera della moda, realizzata da R&I s.r.l. Ricerche e Interventi di politica industriale e del lavoro di Carpi. 
logo_R2B_smau-ita.jpg

19/05/2019  Aumentare le conoscenze nel monitoraggio di rifiuti radioattivi in deposito geologico con varie tecnologie e tecniche; acquisire conoscenze di base su progettazione, installazione e funzionamento del sistema di monitoraggio; discutere gli aspetti sociali del monitoraggio dello smaltimento geologico 
IMG_20190521_151946b.jpg




La rete regionale

 
POR FESR

logo rete

logo piattaforma
Piattaforma ENA

logo piattaforma
Piattaforma ICT e DESIGN


logo piattaforma
Piattaforma MECCANICA e MATERIALI

Condividi questa pagina con

LinkedIN share